TERZA EDIZIONE 9-10 OTTOBRE 2021
  • Accedi
  • Registrati

LE PRENOTAZIONI PER OHN2021 SONO CHIUSE

STAZIONE ZOOLOGICA ANTON DOHRN


LA CITTà DELLA CONOSCENZA
Villa Comunale, 80121 Napoli Na
Sabato 9 ottobre 18:00 > 18:40 | 18:40 > 19:20 | 19:20 > 20:00
40 minuti
Green Pass: Si
Ubicata al centro della Villa Comunale di Napoli, la Stazione Zoologica Anton Dohrn riveste un eccezionale valore storico, artistico e ambientale, un centro di studio e di ricerca di biologia marina, con annesso Acquario scientifico, che ha ospitato l'attività di numerosi studiosi premiati con il Nobel. Il suo fondatore e primo direttore, Anton Dohrn, dopo gli studi di zoologia e medicina in varie università tedesche, fu introdotto alle teorie di Charles Darwin. Decise allora di dedicare la sua vita scientifica alla teoria dell’evoluzione per selezione naturale, passando dalla “teoria” alla “prassi” darwiniana verificando direttamente in laboratorio le diverse teorie. Da qui “l’idea di fondare stazioni zoologiche o laboratori in varie parti delle coste europee”, come scrisse allo stesso Darwin. La scelta cadde su Napoli, dove agli inizi del 1870 Dohrn iniziò la campagna di promozione della Stazione Zoologica presso le autorità e il mondo scientifico napoletano, ottenendo dal Comune la concessione a titolo gratuito, di un terreno sulla riva del mare, nella bella Villa Comunale, allora Parco Reale.
Dohrn preparò lui stesso i progetti per la costruzione: le fondazioni furono poste nel marzo 1872 e nel settembre 1873 l'edificio venne terminato.  Al nucleo originario – che costituisce la zona centrale del complesso - è stato aggiunto prima il corpo occidentale, distaccato dal primo e ad esso collegato attraverso camminamenti aerei di ghisa. Agli inizi del Novecento l'ampliamento verso est ha poi generato anche la conformazione della corte interna. Il vuoto determinato dall'originario distacco del corpo occidentale è stato saturato negli anni '60 del Novecento con un nuovo volume, per collocarvi la biblioteca scientifica.
Parte fondamentale della Stazione Zoologica è l’Aquarium, costruito sotto la supervisione di William Alford Lloyd, ingegnere inglese che aveva contribuito al progetto degli acquari pubblici di Amburgo, Parigi, Vienna, Londra. L’inaugurazione avvenne il 26 gennaio 1874. L’acquario di Napoli oggi è l’unico dell’800 in Italia ancora in attività che mantiene la struttura originale. La Stazione Zoologica è stata recentemente interessata da un progetto di restauro che ha avuto il duplice obiettivo di restituire la bellezza architettonica della struttura d'epoca e accogliere una tecnologia acquariologica avanzata per il benessere animale. Al piano terra le vasche espositive ospitano oltre duecento specie marine di animali e vegetali, la maggior parte delle quali provengono dal Golfo di Napoli. L'Acquario conta 180 metri cubi di acqua, 507 metri quadrati, 19 vasche, 200 specie animali e vegetali, 9 diversi habitat che ricostruiscono gli ambienti che possiamo incontrare in Mediterraneo dai primi metri di profondità sino agli abissi. Le vasche di accumulo e decantazione dell’acqua di mare e le componenti impiantistiche sono ubicate negli ambienti ipogei voltati e adiacenti a due aree che ospitano strutture a supporto della gestione animale.
L’inaugurazione dell’Aquarium ristrutturato è avvenuta l’8 giugno 2021 ed è stata un’importante occasione pubblica di riapertura post pandemia, che si inserisce in una strategia di potenziamento della III missione dell’Istituto, in un’ottica condivisa di valorizzazione del patrimonio culturale del paese e rafforzamento della ricerca scientifica.

Foto di Danilo Iacone, Ida Lavorgna e Maria Cristina Vigo Majello

Numero di persone per visita: 15
Accessibilità disabili:
Bambini:
Animali: no

FOTOGALLERY


Contatti

Per proporre un sito
o un evento

Per proporti
come volontario

Per diventare
un nostro partner

Per informazioni
stampa

Per informazioni
di carattere generale

OPEN HOUSE NAPOLI

Un evento di
Associazione Culturale Openness
Via Vicinale Croce di Piperno, 6
80126 Napoli

SEGUICI


© 2020 | Open House Napoli | Tutti i diritti sono riservati
Privacy Policy | Cookie Policy