TERZA EDIZIONE 9-10 OTTOBRE 2021
  • Accedi
  • Registrati

LE PRENOTAZIONI PER OHN2021 SONO CHIUSE

MUSEO CIVICO GAETANO FILANGIERI


GLI SPAZI DELLE ARTI
Via Duomo, 288, 80138 Napoli Na
Sabato 9 ottobre 10:00 > 11:00 | 11:00 > 12:00 | 12:00 > 13:00 | 13:00 > 14:00 | 14:00 > 15:00 | 15:00 > 16:00
60 minuti
Green Pass: Si
Il Museo Civico Gaetano Filangieri venne fondato nel 1882 da Gaetano Filangieri Principe di Satriano (1824-1892). Ha sede nel quattrocentesco Palazzo Como, popolarmente noto come il “palazzo che cammina” poiché, per consentire la realizzazione dell’attuale via Duomo, l’antica facciata venne spostata di circa venti metri. Del Quattrocento non rimane che la splendida facciata in bugnato e i muri laterali, mentre l'invaso fu riedificato dal principe e completamente ristrutturato nel 1888. L'8 novembre di quell'anno il museo fu aperto al pubblico. La facciata è impostata su tre ordini: il basamento, livellato sul piano stradale pendente grazie all'utilizzo di uno zoccolo in muratura, il pianterreno con bugne rustiche e il piano nobile con bugne lisce. Il portale marmoreo posto al centro rende la facciata simmetrica; esso conserva inoltre il portone ligneo recante gli stemmi della famiglia Filangieri. Le finestre ai suoi lati sono poste a pendenza diversa e hanno tutte cornici in piperno. Al piano nobile ci sono cinque aperture rettangolari, anch'esse in piperno, che hanno la forma di una croce guelfa tardogotica. Ai lati degli spigoli alti della facciata principale sono collocati infine due scudi marmorei recanti, quello di sinistra, lo stemma dei Filangieri, mentre quello di destra, lo stemma di Alfonso duca di Calabria.
L'interno vede sul pian terreno l'apertura di un'unica sala divisa in tre campate; queste presentano le volte a vela con archi in piperno che cadono su otto pilastri ottagonali addossati alle pareti. Il pavimento è anch'esso in quadroni di piperno, mentre le volte sono decorate con mosaici floreali su fondo oro.
Il piano nobile è occupato per lo più dalla grande sala Agata, che prende il nome da Agata Moncada di Paternò, principessa di Satriano, madre di Gaetano Filangieri junior. La notevole pavimentazione maiolicata ottocentesca della sala deriva dalla manifattura del Museo artistico industriale di Napoli, fondato dal Filangieri, decorata con stemmi, scudi, armi e simboli del casato. Una rampa lignea intarsiata conduce al passaggio pensile soprastante, dal quale è possibile raggiungere la storica biblioteca privata con mobilia in legno di noce. La collezione vanta più di 3.000 oggetti, tra cui esemplari di arti applicate, dipinti e sculture dal XVI al XIX secolo, pastori presepiali, una biblioteca di circa 30.000 volumi, un archivio storico con documenti dal XIII al XIX secolo. La collezione pittorica raccoglie in special modo dipinti del Seicento napoletano, da Jusepe de Ribera a Luca Giordano, Andrea Vaccaro, Battistello Caracciolo e Mattia Preti.

Numero di persone per visita: 20
Accessibilità disabili: no
Bambini:
Animali: no

FOTOGALLERY


Visitabile

Sabato 9 ottobre 10:00 > 11:00 | 11:00 > 12:00 | 12:00 > 13:00 | 13:00 > 14:00 | 14:00 > 15:00 | 15:00 > 16:00

Durata della visita

60 minuti

Ingresso

Ingresso su prenotazione

Alcune Strutture Vicine

Alcune Strutture Simili

Contatti

Per proporre un sito
o un evento

Per proporti
come volontario

Per diventare
un nostro partner

Per informazioni
stampa

Per informazioni
di carattere generale

OPEN HOUSE NAPOLI

Un evento di
Associazione Culturale Openness
Via Vicinale Croce di Piperno, 6
80126 Napoli

SEGUICI


© 2020 | Open House Napoli | Tutti i diritti sono riservati
Privacy Policy | Cookie Policy